Vuoto

Totale: 0,00 €

I Antichi Editori Venezia

Libri Elettronici Stravaganti Inutili e Deliziosi

Chi siamo

I Antichi Editori

\r\nLa produzione editoriale della Compagnia de Calza I Antichi, iniziata nel 2005, è un ampliamento e un potenziamento delle attività culturali svolte con instancabile impegno e divertimento dalla Compagnia de Calza fin dal 1979. L'obiettivo è valorizzare e divulgare la cultura, la storia, la tradizione, lo spirito e la vitalità di Venezia attraverso la pubblicazione di opere su diversi supporti di comunicazione.\r\n\r\nLa Compagnia de Calza non è nuova a iniziative editoriali. Nel corso della sua storia ha pubblicato ad uzzolo: un divertente «Dizionario di terminologia medica comparata» scritto dal primario ospedaliero Giorgio Bertolizio; il «Catalogo delle Cortigiane veneziane» in collaborazione con il Centro Internazionale della Grafica (ora riedito in formato elettronico); l'irriverente volume palindromo «Le Tavole Sinottiche del Casso» e «Le Tavole Sinottiche della Mona» scritto da Roberto Bianchin e Luca Colferai e illustrato da Massimo Zuppelli titolare della cattedra di nudo all'Accademia di Brera; e il film di Roberto Bianchin e Silvio Giulietti «Davide Larible a Villa Grock».

\r\n\r\n

La Compagnia de Calza «I Antichi»

\r\nLa Compagnia de Calza «I Antichi» è formata da venticinque famiglie che ogni anno programmano e realizzano feste e spettacoli nell'osservanza della storia, delle tradizioni e della cultura di Venezia, avvalendosi del contributo di rinomati studiosi ed artisti, con il motto «Divertire Divertendosi».\r\nNata nel Cinquecento da un gruppo di giovani nobili veneziani, oggi per la forza delle sue idee, per l'ironia e la beffa, per le sue capacità culturali e organizzative, per la sua indomabile indipendenza, la Compagnia de Calza è amata dal popolo e temuta dai potenti.\r\nI Compagni de Calza I Antichi, membri ed accoliti delle Venticinque Famiglie, sono riuniti in sodalizio fraterno retto dagli stessi statuti del XVI secolo. Si richiamano allo stesso spirito e alla stessa intraprendenza delle omonime Compagnie che nel XV e XVI secolo organizzavano feste, spettacoli, divertimenti a Venezia per incarico del governo della Serenissima Repubblica. Allestivano eventi spettacolari noti come «momarie e demonstrationi», costruivano teatri e macchine sceniche, scrivevano e recitavano commedie e si avvalevano della collaborazione dei più illustri scrittori, attori, poeti e architetti del tempo.\r\nSi chiamavano Compagnie de Calza perché i loro aderenti indossavano una calza di diversi colori per distinguere la loro compagnia dalle altre. I Antichi hanno per colori il rosso, l'oro e il viola; riuniscono venticinque famiglie veneziane dei più diversi ceti ed origini sociali e culturali ed interpretano ed incarnano il gusto e lo spirito della Venezia di oggi fondandosi sulle più genuine tradizioni popolari e culturali della città.\r\n\r\n

Donne e Uomini

\r\n

Direttore editoriale: Roberto Bianchin

\r\n

È nato al Lido di Venezia in Riviera Benedetto Marcello una sera di maggio, e vive dove capita. È poeta, scrittore, giornalista, saltimbanco e musicista. Inviato speciale del quotidiano La Repubblica, nel 1996 ha vinto il Premio Aurelio Piva per il miglior cronista. Ha pubblicato i romanzi Niente rumba stanotte (Marsilio 2002), Albascura (Marsilio 1998) con cui ha vinto il Premio dei Librai Città di Padova ed è stato finalista al Premio Scerbanenco e al Premio Tuscania Un libro per l'estate. Acqua Granda, il romanzo dell'alluvione di Venezia (Filippi 1996) portato in scena da Roberto Citran con cui ha vinto il Premio Città Palcoscenico per il teatro nel 2005. È anche autore di liriche e saggi: I Nuovi Baffi (Filippi 1993), Calìgo (Filippi 1995), La Resa (Filippi 1997) con cui ha vinto il Premio per la cultura veneta Carlo Goldoni, Le Tavole Sinottiche del Casso e de la Mona (Compagnia de Calza, 2004). Ha diretto il film David Larible a Villa Grock (2002) e l'album del cantautore Adriano De Grandis Anche i pesci parlano d'amore (1999). È Gran Priore e direttore artistico della Associazione Culturale Compagnia de Calza I Antichi, gruppo storico del Carnevale di Venezia, e del Festival Internazionale di Poesia Erotica Baffo-Zancopè che ha fondato nel 1993. Presiede I Antichi Editori.

\r\n
\r\n

Progettista e esecutore: Luca Colferai

\r\n

Artista grafico, poeta e scrittore, giornalista e tipografo gutemberghiano, cibernetico apocalittico e idealizzatore visionario, dottore in lettere, linotipista stocastico, lagunante in disavventure, sagittario delle cuspidi; collabora con quotidiani e riviste locali in scrittura e grafica; ha pubblicato una storia di Venezia edita solo in Giappone, alcuni libri di poesie deliri e cucina; nato a Sant'Aponal a Venezia ed esiliato al Lido dall'età fino al suo primo cinquantennale, da due decenni è motore mobile della Compagnia de Calza I Antichi di cui idea e crea gli eventi; è di essa Prior Grando. Produce I Antichi Editori.

\r\n
\r\n

Assistente Generale: Judith Bomfim Zancopè

\r\n

Laureata in Arti Plastiche all'Università "Armando Alvares Penteado" di San Paolo, Brasile (1976) si è successivamente specializzata in Comunicazioni Visive presso l'Università Internazione d'Arte e Tecniche Grafiche (ibidem); è stata proprietaria di uno studio grafico a Venezia dal 1983 al 1996; ha insegnato al Centro Internazionale di Grafica di Venezia dal 1977 al 1985. Specializzata nella Storia del Vetro Veneziano con Rosa Barovier, attualmente è antiquaria in Campo San Maurizio. Prima donna ad essere stata eletta Gran Priore (dal 2000 al 2004) in tutti i cinquecento anni di storia delle Compagnie di Calza, è ora Priore ad vitam de I Antichi.

\r\n